Collegio San Luigi

collegio san luigi a Bologna

Storia

Il palazzo del Giglio del Conte Carlo Zani in via Cartoleria, divenne il Collegio S. Carlo sotto la direzione del Conte Zani, che accolse ragazzi e giovani del popolo. Alla vigilia della morte del conte egli affidò al P. Rettore del Collegio S. Francesco anche la Direzione del suo Collegio, denominandolo però Collegio S. Luigi. Larga traccia di bene lasciarono i PP. Gesuiti in questi anni di attività educativa a religiosa. Accanto all'opera nucleare di educazione impartita nei due Collegi avevano organizzato ben sette Congregazioni di varia attività religiosa. Avevano aperto una Biblioteca Pubblica per la diffusione della Religione a della Cultura. I gesuiti guidarono gli istituti fino alla soppressione dell'Ordine, nel 1773, per poi lasciarli ai Padri Barnabiti.
I Padri Barnabiti si stabiliscono nel palazzo in via San Mamolo, che fu sede fino al 1797 del Collegio Montalto. Qui trova dimora definitiva lo storico Collegio S. Luigi. In epoca napoleonica la sede del Collegio dei Cittadini diventò una caserma. I Padri professori, secolarizzati sotto il dominio francese, poterono ricostituire la loro Congregazione solo dopo l'8 settembre 1816. Nel 1866 i Barnabiti furono nuovamente soppressi: il loro collegio fu trasformato in R. Liceo Ginnasio, la chiesa di S. Lucia fu convertita prima in caserma, poi in palestra e il Collegio S. Luigi diventò un magazzino. Fino all'assegnazione dell'ex collegio Montalto, I Padri utilizzarono per le loro scuole sistemazioni provvisorie. L'8 dicembre 1873 verrà riattivata la chiesa annessa di S. Antonio Abate e nel 1879 sarà inaugurato un teatro interno in stile Settecento, tra i migliori della città.

INDIRIZZO: via D'Azeglio 55, Bologna

TELEFONO: 051 6449552

SITO WEB: www.collegiosanluigi.it

Mappa da Park View B&B al Collegio San Luigi